Ci vuole un’ora dall’albergo per arrivare in pieno deserto.
Hanno allestito una città intera per una festa che fanno ogni anno qui ad Alxa.

Arriva gente da ogni parte della Cina per passare 5 giorni in tenda o negli alberghi a più di un’ora da qui. Si aspettano più di un milione di persone.

La festa è l’ultima tappa di un rally che fanno qui nel deserto della mongolia, chi vince, si prende un posto alla Parigi-dakar.

Noi siamo qui, insieme ad altre pattuglie da tutto il mondo, per fare gli show aerei, di giorno e di notte.

La giornata di oggi è dedicata a fare tutti i collaudi degli aereoplani, a sistemare gli hangar, e fare il primo allenamento, una specie di volo di prova, molto rilassato, per avere una misura di “dove siamo”.

E il “dove siamo” è abbastanza impressionante: una pista di asfalto nel completo nulla, solo dune e sabbia, tantissima sabbia.
Sabbia fina che con il vento entra in ogni fessura, ti entra ovunque.
La temperatura è piacevole, ma appena scende la sera, inizia il freddo, cosi si va in giro tutti coperti, volto compreso.

Decolliamo il primo pomeriggio per il volo di collaudo, si decolla uno alla volta, si fanno un pò di giri sopra la pista cosi se qualcosa non dovesse essere come ci si aspetta, si può atterrare immediatamente, con o senza motore acceso.

La pista è molto lunga, cosi si da motore con calma, lentissimi, si ha tutto il tempo di accelerare, le ruote staccano con calma, e la salita è morbidissima, ma appena ci si alza di qualche decina di metri, lo spettacolo è da rimanere senza fiato.

Non credo ci si possa preparare ad una vista del genere: sabbia, tantissima sabbia, dune a perdita d’occhio, tutto lo stesso colore che contrasta con un blu del cielo incredibile.

un vero spettacolo.

La prima virata ci riempie la vista di deserto, deserto sconfinato, nessuna forma di vita, solo tantissima tantissima tantissima sabbia.
Il colore del cielo e la nitidezza dell’aria rendono questo spettacolo a dir poco mozzafiato.

Facciamo tutte le prove dei sistemi e dell’aereo e finalmente abbiamo 5 minuti di volo puro prima di atterrare.

5 minuti completamente persi in questo panorama cosi increidbilmente bello.
Guardare gli altri 3 aerei volare vicino a te, stagliati a metà tra un giallo cosi intenso della sabbia e un blu puro del cielo sembra di guardare un’opera d’arte.

Atterriamo uno alla volta. Molto larghi. Ci prendiamo tutta la pista.
Ogni volta che qualcuno va su, poi la pista si riempire nuovamente di sabbia, cosi evitiamo di riempire l’aereo dietro con una tempesta sollevata dalle ali e dall’elica…per quanto possibile.

A terra i meccanici ricontrollano tutto minuziosamente, noi invece, da buoni piloti, restiamo ancora a bocca aperta guardando il panorama.

non credo ci si possa mai abituare ad una vista simile.