Ci svegliamo presto la mattina, abbiamo appuntamento con due posti da lasciare senza fiato.
Scendiamo nell’Antelope Canyon. Un posto magico, fuori dal tempo.
Hai quasi paura a parlare senza sussurrare.
Le rocce rosse levigate da anni di acqua e aria ci lasciano senza fiato.
E quello che è successo dopo, sicuramente non ce l’ha fatto riprendere.

 

Ci avviciniamo a occhi chiusi, li apriamo e bum.
L’Horseshoe Bend. Una meraviglia incomprensibile, scavata dal fiume Colorado nella roccia rossa.
Rimaniamo due ore buone senza parlarci, seduti sul ciglio di uno strapiombo di 300 metri. Chi prima, chi dopo, abbiamo trattenuto a stento le lacrime. Molti non ci sono riusciti.

 

In serata abbiamo guidato per altre tre ore, facendo qualche decina di km di sterrato per una “scorciatoia” presa all’ultimo momento e arriviamo a Bryce. Mangiamo in un posto da veri cowboy, e poi piscina…

Vita dura in questo viaggio.